Chi Siamo

MARAMEO” con i suoi 150 spettacoli programmati, oltre a laboratori, incontri, mostre, letture, è il più grande e diffuso festival italiano del teatro per l’infanzia e la gioventù. Abbraccia cinque Regioni: ABRUZZO, CALABRIA, LAZIO, MARCHE, PUGLIA (oltre una ospitante, la BASILICATA), propone attività in QUARANTATRE COMUNI che hanno dato la loro adesione e mette in campo un progetto internazionale di Teatro e Solidarietà che  quest’anno (2022) vedrà impegnati diversi operatori a Nairobi (Kenya), dal 17 Settembre al 2 Ottobre, con spettacoli e laboratori, ospiti della Koinonia Community di Padre Renato Kizito Sesana.

La Direzione Artistica è plurale, come la stessa anima del festival. Coordinatore generale è Marco Renzi, ideatore, fondatore (insieme a Giuseppe Nuciari e a Gianni Battilà) e direttore artistico per 27 anni (dal 1990 al 2016) de “I Teatri del Mondo”, di TIR-Teatri in Rete, della Vetrina “Palla al Centro”, del “Premio Nazionale Otello Sarzi”, autore di spettacoli, libri e progetti dedicati all’infanzia e alla gioventù. Maurizio Stammati, direttore del “Collettivo Bertolt Brecht” di Formia, cura la programmazione per Formia, Gaeta, Spigno Saturnia, Itri e Minturno. Insieme a lui nella Regione Lazio c’è Zenone Benedetto, direttore della Compagnia “I Guardini dell’Oca”, con la stagione del Comune di Ferentino. Per le Marche, insieme a Marco Renzi, troviamo Giuseppe Nuciari direttore artistico fino al 2020 del “Veregra Street Festival” di Montegranaro, uno dei più grandi appuntamenti italiani dedicati al teatro e alle arti di strada, responsabile del nuovo “Friku Festival” insieme a Gigi Piga. Ancora nelle Marche Caterina Marchetti che gestisce “Pappappero” a Lapedona (FM) e Vera Vaiano che si occupa della sezine infanzia e adolescenza del “Ginesio Fest” a San Ginesio (MC). In Abruzzo abbiamo Giulia Basel di “Florian-Metateatro” che cura la programmazione a Pescara e Città Sant’Angelo, Mario Fracassi di “Fantacadabra” con la stagione di Pescocostanzo e ancora Zenone Benedetto con la stagione di Corropoli, e Silvi Marina. Antonello Arpaia, direttore artistico di “Molino d’Arte”, è responsabile di Marameo Puglia con le iniziative ad Altamura, Santeramo in Colle e Matera, insieme a lui Alessandra Sciancalepore di “Arterie Teatro” per la programmazione a Bisceglie, Molfetta e Terlizzi. Pierpaolo Bonaccurso di “Teatrop” di Lamezia Terme con le varie tappe del festival “Tetroltre la Città in Festa” a Maida e Lamezia Terme. Lo specifico in cui la manifestazione indaga è quello del teatro rivolto alle giovani generazioni: in Italia, in Europa e nel Mondo, lo farà attraverso incontri, laboratori, spettacoli, eventi, progetti speciali, mostre ed altro ancora. La caratteristica del festival, l’impronta che lo rende immediatamente riconoscibile, è quella di non appartenere ad un solo luogo ma a diversi, l’essere liquido, diffuso e in continuo divenire.

Tutto questo è MARAMEO, una sinergia tra operatori italiani che si occupano di teatro per le giovani generazioni e che hanno voluto gettare il proprio sguardo oltre il territorio di appartenenza, per creare un cammino diverso, che avesse un nuovo significato e portasse il segno di valori ai quali vogliamo continuare a credere.